Estate, è stangata sugli ombrelloni

+ 29
+ 26


L'estate è arrivata a braccetto con la stangata dei prezzi, che come solito è calata senza pietà sul capo degli italiani che quest'anno vogliono godersi le vacanze al mare. Come previsto da Codacons, infatti, sono piovuti i rincari sull'affitto di ombrelloni, lettini e cabine. Secondo le stime, l'ombrellone costa quest'anno il 7,7% in più di quello passato, il lettino costa 4% in più, mentre il costo della sdraio resta invariato. «La colpa dei rincari» afferma l'associazione dei consumatori, «é da attribuire soprattutto al caro-benzina, che produce maggiori costi in tutti i settori i quali, alla fine della fiera, vengono scaricati sui consumatori finali». A poco valgono i recenti cali: rispetto allo scorso anno, infatti, i costi del carburante sono comunque decisamente più alti. Ma, secondo le associazioni dei consumatori, incide anche la maggiore pressione fiscale: dall'aumento dell'Iva alle nuove tasse, che determina un inevitabile incremento di spese, prezzi e tariffe. «Una giornata al mare, comprensiva di spostamenti in automobile, affitto di lettino e ombrellone e consumazioni alimentari, costerà quest'anno mediamente il 15% in più rispetto al 2011» spiega il presidente Carlo Rienzi. «Basti pensare che allo stato attuale solo per la benzina occorre spendere oggi il 20% in più rispetto allo scorso anno». E, aggiunge Rienzi, «non andrà meglio a chi deciderà di trascorrere le vacanze all'estero: per mete come Maldive o Messico si potrà arrivare a pagare fino a 50 euro in più a passeggero solo per l'incidenza dei carburanti». Naturalmente questo fatto, abbinato alla crisi, ha determinato un drastico calo dell'utilizzo di spiagge private. Quest'anno, infatti, sono sempre più numerosi gli italiani che per risparmiare anche quando si va al mare hanno eliminato il noleggio di sdraio e ombrellone negli stabilimenti balneari.

Anche per questo le spiagge private stanno cercando ora di correre ai ripari, con offerte e sconti che invoglino i vacanzieri a tornare al vecchio binomio ombrellone/ lettino. Così molti stabilimenti si affidano a Groupon, sciorinando numerose offerte a prezzi vantaggiosi pur di riempire lettini tristemente vuoti. A Viareggio, uno dei litorali più cari d’Italia, molti stabilimenti fanno promozioni del tipo "paghi due (giorni) prendi tre". O ancora, in Versiglia c'è "l'ombrellone sharing", ossia preso in condivisione da diversi bagnanti, e utilizzato a turni. Passando alla Liguria, in certe zone (ad esempio Savona) si possono contrattare i prezzi a seconda delle condizioni meteorologiche e della quantità di ombrelloni in uso.

A Ostia, invece, oggi si può rateizzare l’ombrellone, che costa 40 euro al mese a persona se lo si vuole tutta l’estate. Addirittura in molte zone balneari, si suddivide la spiaggia per fasce di prezzo, a seconda della vicinanza al mare, o si offrono carnet di ingressi a 100 euro. Visto che la necessità aguzza l'ingegno, molti trovano le più fantasiose offerte: da chi offre traghetto gratis a chi prenota l'ombrellone per una certa durata di tempo, a chi organizza spettacoli in spiaggia per tutti i bagnanti. Qualcuno promuove happy hour o merende, altri corsi di vario genere con prezzi particolarmente vantaggiosi.

di Giulia Sapelli

Segnala questo articolo su